Scheda corso #242


Categoria: Workshop

Luogo:
Alma Calende, San Vincenzo a Torri, Scandicci (FI)
IT - Piemonte

Quando: 07-07-2017
09-07-2017

Titolo del corso:
Il canto della comunità: laboratorio esperienziale di Permacultura Sociale e Voce olistica

Docenti:
Sebastian Pibi - ass. Desde el Borde: formatore in Permacultura (Argentina) e facilitatole ufficiale Transition Network
Giulia Attanasio: Operatore Olistico (Voce e Suono) S.I.A.F PI2148P-OP

Informazioni e contatti:
L'associazione Alma Calende
tra le bellissime colline di San Vincenzo a Torri (FI)
ospita il laboratorio esperienziale intensivo
IL CANTO DELLA COMUNITÁ
PERMACULTURA SOCIALE E VOCE OLISTICA
dal 30/06 pomeriggio al 2/07 sera

Un weekend di immersione nella natura, in un percorso di scoperta del potenziale dell’essere e della relazione attraverso le etiche e i principi della Permacultura e della Transition.

Un lavoro sonoro e corporeo sulla Zona 00, la persona, per entrare in contatto con Sè e con l’Altro.

Un approccio integrato tra due diverse discipline per migliorare la capacità di ascolto, di presenza e di sostegno e la consapevolezza nelle dinamiche di gruppo.

Il laboratorio è facilitato da SEBSTIAN PIBI (Argentina) formatore in Permacura e facilitatore ufficiale di Transition Network, e GIULIA ATTANASIO, Operatrice Olistica della Voce e del suono S.I.A.F.

Per informazioni ed iscrizioni scrivere a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
---

LUOGO:
Terreno di 2 ettari, semivergine, seminativo, boschivo e selvatico, sulle colline Toscane, a San Vincenzo a Torri (Scandicci), 30' da Firenze e 40' da Livorno. È presente una grande yurta per le attività al chiuso.

ORARI:
Venerdì 30 arrivo e sistemazione ore 14:30
inizio attività ore 15 - fine attività ore 19
inizio spettacolo ore 21

Sabato e domenica
inizio attività ore 10 - fine attività ore 19
pausa pranzo 13/15 circa

ALLOGGIO:
Tenda personale o, in alternativa, chiedeteci maggiori info sugli agriturismi in zona.

CIBO:
Possibilità di pasti contadini vegetariani e vegani, preparati apposta per voi, colazioni, spuntini, pranzi, merende e cene con prodotti freschi, vivi e genuini della zona, acquistati da produttori e produttrici di fiducia. Contributo pasti giornaliero 22 euro.

(ULTERIORI INFORMAZIONI AL FONDO)
---
PERCHÈ PERMACULTURA SOCIALE E VOCE?
La Permacultura è un’ottima metodologia di progettazione. È una grande “cassa degli attrezzi” per creare relazioni efficienti in ogni aspetto. Ci ha permesso di sviluppare efficacemente tecniche e meccanismi per la cura, la conservazione e la rigenerazione della terra, delle costruzioni, delle tecnologie.

Nondimeno è necessario approfondire anche gli aspetti umani e le nostre relazioni per raggiungere un reale cambiamento di paradigma. È necessario approfondire la "cura della persona" come etica fondamentale della Permacultura: accompagnare, guidare, progettare e riprogettare costantemente ognuno di noi come individui, come gruppo e come società. Insieme abbiamo l’opportunità di trovare nuove forme efficienti di relazione con gli altri.

In continuità con tutto ciò, il lavoro olistico sulla voce sperimenta un approccio integrale al canto e al mondo sonoro, come strumento privilegiato per conoscersi, riconnettersi, centrarsi. In questo laboratorio, come ancora oggi è presso alcuni popoli, il canto torna ad avere la funzione sacra di collante della comunità, di dialogo e relazione tra individui al di là della razionalità e del linguaggio, di gestione diretta delle problematiche, di espressione dei sentimenti e bisogni del gruppo.

Sei diposto ad incontrare te stesso? Quali sono i limiti che ci siamo/ci hanno imposto? Quali strutture invisibili limitano il nostro potenziale?
Benvenuti in questa nuova sfida, nell'apprendimento in azione. Benvenuti in questo magico esperimento sociale!

---
BIOGRAFIE DEI FACILITATORI:

SEBASTIAN PIBI
Sebastian è relatore e facilitatore di corsi di Progettazione in Permacultura, Permacultura Urbana e Sociale, Educazione Viva e Bio Costruzione.

Cittadino del mondo, è originario di Buenos Aires, Argentina. Ha studiato giornalismo, con varie incursioni nel nel mondo della comunicazione e dell’attivismo politico e ha lavorato come educatore nelle scuole ed in progetti ricreativi per giovani.
Ha passato gli ultimi 5 anni in viaggio, dando vita ad una rete sociale in diversi luoghi del mondo, visitando progetti, villaggi, centri locali, nazionali e internazionali. All’interno di un percorso di connessione con i saperi nativi e ancestrali di quegli stessi luoghi, ne ha approfondito la saggezza e le differenti cosmovisioni.
Ha fondato un progetto sociale che per due anni ha portato in giro per il Sud America un cinema mobile e consapevole, una biblioteca itinerante ed una radio comunitaria: così ha incontrato nella Permacultura una parte delle risposte che stava cercando.
Ha fatto parte dell’Instituto de Permacultura Na Luum, come Coordinatore dei progetti e dei processi educativi e come Cordinatore di Na Luum Argentina, Colombia e Brasile.
Oggi fa parte di “Desde el Borde” un’ iniziativa itinerante di co-gestione, compartecipazione e co-creazione. È rappresentante della sezione giovanile di C.A.S.A. (Consiglio degli Insediamenti Sostenibili in America Latina) ente consigliere dell’ONU sui temi della sostenibilità. È inoltre facilitatore ufficiale di Transition Network.
Realizza attività legate alla progettazione in Permacultura, alla Permacultura Sociale, alla produzione sostenibile di alimenti ed alla bio-costruzione e facilita corsi di Transizione.
Il fuoco di ogni suo corso è la scoperta e lo sviluppo del potenziale dell’essere, attraverso un’approccio di apprendimento esperienziale.
Continua costantemente ad approfondire la sua ricerca personale con particolare interesse all’area sociale.

GIULIA ATTANASIO
Giulia è cantante e Operatrice Olistica della Voce e del Suono iscritta alla S.I.A.F. (codice PI2148P-OP).

Incontra il canto da bambina, frequentando il coro del Centro Goitre ed il coro di voci bianche del Teatro Regio di Torino. Successivamente dedica la sua formazione alle arti visive ed in particolare al Cinema Documentario: si forma presso l’istituto di alta formazione professionale Zelig, scuola di Documentario, Televisione e Nuovi Media di Bolzano, con una specializzazione in Regia e Sviluppo del Progetto. Negli anni successivi lavora come montatrice nell’ambito della produzione documentaristica.
Approfondisce inoltre lo studio della Permacultura partecipando a numerosi corsi e incontri con l’Istituto e l’Accademia Italiana di Permacultura e con il sud-americano Instituto de Permacultura Na Luum. All’interno della Rete di Permacultura Piemonte facilita e organizza laboratori di introduzione a questa filosofia pratica, che sperimenta anche su diversi appezzamenti di terra.
Contemporaneamente continua l’attività musicale in diversi progetti e formazioni, con una particolare attenzione allo studio della musica tradizionale italiana, sud americana e portoghese.
Negli ultimi anni dà vita, insieme ad altri artisti, a due progetti di ricerca musicale: il duo Lili e il Fiume, con il chitarrista Davide Giachino, e lo spettacolo di musica e teatro Cantus Mundi, con la compagnia torinese Cronopios. Grazie a quest’ultimo propone e sperimenta un approccio “olistico” alla performance, che diventa un’esperienza sensoriale, evocativa e meditativa: i Cronopios indagano il significato della del suono e traggono materiale musicale e narrativo proprio da quelle tradizioni che eleggono la musica ed il canto a strumenti di crescita personale e collettiva.
Completa la formazione come Operatrice Olistica presso la scuola S.I.A.F. Umbriaincanto di Perugia, con importanti musicisti quali Claudia Bombardella, Igor Ezendam, Albert Hera e Rosa Medina.
Oggi facilita laboratori esperienziali di canto olistico, nei quali approfondisce l’uso della voce come strumento per ri-connettersi con sé stessi e con gli altri, per entrare in relazione, per riequilibrarsi attraverso il suono nel corpo.

---
COSA PORTARE:
- Piatto, bicchiere, tazza e posate
- K way
- Torcia
- Scarpe alte
- Materiale di cancelleria

Consigliamo Vivamente:
- Cappello
- Fornello a gas e stoviglie se si vuole cucinare autonomamente
- Punti luce personali (non c'è elettricità), come candele, lampade solari ecc
- Ombreggianti
- Tappetino yoga
- Quello che ti va (amache, teli, strumenti musicali, libri da condividere…)

LOGISTICA:
Il paesino di San Vincenzo a Torri è raggiungibile a piedi ed è provvisto di alimentari,bar ed edicola.
Ad Alma non c'è acqua potabile né acqua corrente. Sarà disponibile invece acqua di stoccaggio per lavare e lavarsi.
Ad Alma non c’è elettricità, salvo due punti luce alimentati con fotovoltaico con possibilità di ricaricare cellulari,batterie,ecc.

COME ARRIVARE:
In treno:
Arrivate alla stazione di Santa Maria Novella a Firenze. Prendete la tramvia direzione Scandicci e scendete al capolinea. Da lì l'autobus di linea per San Vincenzo a Torri (tot. 1 ora circa)

In macchina:
Dalla statale Firenze Pisa Livorno (Fi-Pi-Li) uscite a Ginestra F.na e seguite per San Casciano V.P. Dopo due rotonde e un rettilineo che costeggia Ginestra Fiorentina, entrate in paese. Dopo un dosso, in corrispondenza delle Poste, girate a sinistra in una curva ripida in salita a gomito. Percorrete la salita, superate il gruppo di case a schiera e i cipressi e prendete la prima strada bianca a sinistra. Mantenete la sinistra per 400 m fino al cartello in legno Ass. Alma Calende, sulla rete a destra che delimita il nostro terreno.

Da San Casciano, Cerbaia, Siena, ecc: percorrete la via Empolese in direzione Empoli, fino a San Vincenzo a Torri. Una volta in paese, in corrispondenza delle Poste girate a destra in una curva ripida in salita. Percorrete la salita, superate il gruppo di case a schiera e i cipressi e prendete la prima strada bianca a sinistra. Mantenete la sinistra per 400 m fino al cartello in legno Ass. Alma Calende sulla rete a destra che delimita il nostro terreno.









ACCADEMIA ITALIANA DI PERMACULTURA - C.F. 90069510080 Segreteria: Anna Bartoli - email: info@permacultura.it - tel. 331/4900730